fanghi_vulcano
mud_vulcano
hot_spring_vulcano
schwefelbad_vulcano
schlammbad_vulcano
mudbath_vulcano
heisse_quellen_vulcano
ingresso_fanghi
bagni_fango_vulcano
grotte_termali_vulcano
faraglione_fanghi_vulcano
fango_vulcano
bagni_termali_vulcano
Pozza_famghi_vulcano
vulcano
zolfo_vulcano
vulcano
cratere

Le Terme di Vulcano

Le attività ed acque termali dell’isola di Vulcano meritano una descrizione a sé, essendo un fenomeno unico nel suo genere, e che attrae attualmente miglia di persone ogni anno. Sulle concreta esistenza di doti curative dei fanghi e delle acqua calde di Vulcano, testimoniano ormai osservazioni ed esperienze condotte nel corso di almeno 40 anni.
Nella zona dei fanghi, si distinguono 3 zone :
La fossa dei fanghi
Il “ mare caldo” o “acqua calde”
Le fumarole
Al Turista diretto sull’isola, già all’arrivo nel porto, risulta percepibile l’odore acre delle emanazioni solforose, sgradevole per certi versi, ma messaggio di gradevole beneficio alle vie respiratorie per chi pratica il termalismo.
Procedendo più oltre, verso la zona dei fanghi, alla precedente sensazione olfattiva si accompagna una sensazione di calore proveniente dal suolo che interessa anche i bassi strati atmosferici. Nei periodi di maggiore affluenza, ogni giorno una consistente massa di escursionisti appena sbarcata, si dirige senza indugio verso il soffione più comodo da occupare,verso il fango caldo in cui si immerge, o nelle appena più temperate acquemarine.
Si inizia così ogni giorno d’estate il “grande bagno”curativo e di purificazione collettiva.
Diverse sono le finalità terapeutiche utilizzate e coloro che se ne avvalgono si trasmettono in genere oralmente le relative indicazioni. L’attuale fossa del fango, sufficientemente alimentata da caldi rivoli sorgivi, è attorniata da una serie di fumarole (attorno all’apertura delle quali precipitano cristalli di zolfo puro) che si prestano ad una terapia inalatoria completa da eseguirsi, preferibilmente, con adeguata copertura del corpo, ad una certa distanza di sicurezza. Gli effetti di questo trattamento sono, per notizia ricevuta, doppiamente benefici: per le malattie respiratorie e per l’effetto rigenerativo, perla cura del viso e del corpo.
Un secondo momento terapeutico è costituito dal “bagno di calore” che agisce in profondità sulle strutture osteoarticolari. A questo scopo sono disponibili numerose rudimentali cavità scavate nella sabbia o nel tufo, simili a “stufe” con fondo sabbioso caldissimo ed umido, in cui l’effetto ottenuto è assimilabile all’effetto “grotta” di altre più rinomate e comode stazioni termali. Il trattamento con calore umido è utile per tutte le affezioni articolari degenerative con blocco parziale o totale delle articolazioni.
In assenza di controlli medico- specialistici, o presenti in uno stabilimento termale, sarebbe consigliabile per questo trattamento, così come per il precedente ed i successivi, che i tempi iniziali di esposizione giornaliera fossero appena di qualche minuto ed il successivo ampliamento di detti tempi fosse graduato in termini di massima cautela (chiaramente è utile anche il consiglio del medico locale anche se generico).
Passiamo ora al terzo tempo della cura termale che si attua nella fossa del fango come “bagno ad immersione totale”.


I tempi di immersione non sono importanti, ma, purtroppo non possono essere standardizzati poiché la temperatura della fossa varia a condizioni metereologiche stagionali. In condizioni di stabilità metereologica coincidenti con la stagione tardo- primaverile, estiva e del primo autunno, il periodo medio di immersione potrebbe variare dai sette ai dieci minuti del primo bagno al massimo di quindici- venti minuti nelle immersioni successive: l’immersione deve essere inoltre regolata in rapporto alle condizioni generali del paziente ed essere praticata in immersione sia totale che parziale. Nella fossa l’effetto terapeutico prodotto dal calore e dal fango si completa con la stimolazione cutanea e muscolare portata dal flusso idro- gassoso, proveniente dal fondo che effettua un delicato idromassaggio. Le indicazioni di questo trattamento riguardano le affezioni articolari e cutanee: nel corso della immersione si aggiunge all’effetto del calore, che provoca un’importante vasodilatazione periferica con beneficio circolatorio, quello della fissazione dei gruppi solforici sulla struttura cellulare cutanea con notevoli ed immediati effetti desensibilizzanti e rigenerativi.

 

Infine, l’immersione nel mare caldo completa la “cura” con un efficace idromassaggio associato ad assorbimento minerale: troviamo infatti, subito in prossimità della spiaggia, numerosissime polle, che emettono vapore a forte pressione, sulle quali ci si può piacevolmente adagiare ottenendo benefico effetto del citato idromassaggio complementare.
L’immersione nel mare caldo può essere regolata spostandosi da zone più calde ad altre più temperate e ritornando, successivamente, alle prime: utilizzando così l’effetto tonificante del cambiamento rapido di temperatura.
Le cure termali praticate sono costituite da fanghi, bagni, stufe rudimentali, inalazioni, terapie indicate nel trattamento di artropatie degenerative ed infiammatorie, affezioni del circolo, bronco- pneumopatie, affezioni croniche della cute e del sottocutaneo
A chiusura del trattamento completo è necessario sottoporsi al tempo di “reazione termale” durante il quale si sosta, in posizione distesa, opportunamente coperti per 30/40 minuti.
La cura termale a Vulcano potrebbe considerarsi completata, persistendo l’attuale minima presenza di controlli, in sette/otto giorni di trattamento: un eventuale prolungamento del periodo di cura richiede certamente strutture qualificate e controlli specialistici.

Quanto fin qui esposto si riferisce, chiaramente, a sistemi di cura molto empirici ed attuati in maniera rudimentale: certamente ad uguali condizioni di attività termoninerali spontanee corrisponderebbe un maggior beneficio ove più opportunamente fossero utilizzate le acque termali dell’isola di Vulcano con l’impianto di adeguate strutture. Si impone quindi, la realizzazione di impianti termali moderni per altro già in atto da parte di vari operatori privati, sia all’interno di strutture ricettive, sia a beneficio pubblico di tutti gli avventori
Al fine di consentire una più oculata attuazione delle terapie praticabili e di eventuali altre aggiuntive, nell’intento di sfruttare appieno le qualità curative di cui la natura ha dotato le acque termali di quest’isola.
I trattamenti sia per quanto riguarda il tipo che la frequenza sono lasciati alla discrezionalità di ciascuno, potendo il personale attualmente in servizio presso la pozza, fornire solo delle informazioni di carattere indicativo, senza alcun controllo valido sullo stato di salute dei pazienti prima e dopo la cura, senza controllo sulle condizioni igieniche dell’acqua contenuta nella fossa del fango, utilizzata in maniera estremamente intensiva dalla “massa” dei gitanti che si riversa sull’isola nella stagione estiva, anche se c’è da dire che la recinzione ed il controllo all’ingresso hanno in parte moderato e razionalizzato l’accesso alla stessa pozza

Certo non è possibile portare, a conferma  della validità terapeutica delle acque di Vulcano, il dato probante di una casistica clinica di ampie proporzioni, considerato che coloro che si sottopongono alla terapia termale lo fanno in genere senza l’ausilio di un valido controllo medico, tuttavia è di comune rilievo la presenza di turisti a Vulcano che non si limitano a praticare la mera vacanza ma completano l’attività di svago e di relax con la balneoterapia termale cui ricorrono spesso con cadenza annuale, evidentemente soddisfatti dai concreti benefici curativi ottenuti.
L’estrema precarietà, con cui si sono autogestite nel tempo le risorse termali dell’isola, si è avviata in epoca recente  verso forme più razionali, con la regolamentazione dell’uso delle risorse per l’intervento di una società Geoterme s.r.l., che da pochi anni ha protetto regolato e razionalizzato l’accesso alla zona dei fanghi, occupandosi anche della vigilanza, pulizia  della zona, e organizzando altresì delle visite guidate.
Altra iniziativa in ambito termale è da ultimo quella delle Piscine Termali Marotta, Moderno complesso termale di tutto rispetto, ben organizzato, con 3 piscine di varie temperature, dotato di tutti i servizi e localizzato in prossimità del porto. Altre iniziative di carattere termale sono state realizzate all’interno di singoli alberghi.

GEOTERME Vulcano
Piazza degli Angeli  9
8050 Vulcano ME   
+39-090-9853012 +39-338-8335514 +39-339-8887080  
http://www.geoterme.it/
info@geoterme.it

La Geoterme Vulcano S.r.l si è costituita nel 1987 allo scopo di utilizzare le risorse termali delle Isole Eolie, e in special modo quelle dell'isola di Vulcano.
Mediante vari acquisti, ha accorpato terreni per una superficie di quasi quattro ettari; disponendo così di una zona che, per le peculiarità intrinseche, costituisce, di per se un ambiente dalle particolari connotazioni ambientali e culturali.

Centro Benessere Thalasso – Wellness Baiazzurra
Baia Di Ponente - Loc. Vulcanello - 98050 Vulcano (Me)
Tel. 090 9852602 - Fax. 0909852221
http://www.baiazzurravulcano.com/
info@baiazzurravulcano.com

IL Centro di thalasso terapia Baiazzurra  combina l’effetto di sole, iodio e acqua di mare che insieme regala grandi benefici e ottimi risultati.
Una cura tutta naturale che aiuta ad allontanare lo stress, a combattere l’età e la cellulite, a dimenticare i ritmi pressanti della città e le abitudini. I pori della pelle, a contatto con l’acqua di mare riscaldata, si dilatano e permettono così il passaggio dei preziosi oligoelementi che lentamente vengono liberati nel sistema sanguigno correggendo gli squilibri.
Infatti, i bagni con acqua di mare riscaldata con l’ausilio di idromassaggi, esercitano: un’azione termica che facilita la circolazione e l’ossigenazione dei tessuti, ed il corpo riesce ad assorbire gli elementi presenti nell’acqua, un’azione idrodinamica, i movimenti si eseguono con minore fatica muscolare.
La talassoterapia si pratica in strutture poste ai bordi del mare, e si avvale di diversi componenti dell’ambiente marino, quali l’acqua, le alghe, i fanghi. Il centro è dotato anche di un moderno e confortevole bagno turco che completa il percorso thalasso terapico, aiuta l’organismo ad espellere le tossine, donando luminosità ed elasticità alla pelle, il bagno turco sarà seguito da una doccia fredda a getti con funzione rivitalizzante e da una serie di docce termali. Sono anche qui molti i programmi benessere da seguire.

Parco Termale con Piscine Geotermiche By Marotta
http://www.vulcanotermeolie.it/index.htm
termeoliesrl@libero.it

Le Terme Marotta di Vulcano mettono a disposizione dei suoi ospiti, una moderna struttura dedicata al benessere della salute, alla cura e al relax, ispirata alla particolare conformazione vulcanica dell’isola.
L’ospite ha la possibilità di curarsi, di mettersi in forma e riequilibrarsi in un ambiente che lo porterà in uno stato di benessere mai prima sperimentato.
Le tre piscine scoperte, “ginestra, gelsomino e zagara” comprendono:
8 lettini idromassaggio ad aria
2 lettini idromassaggio colonna dorsale e cervicale
8 postazioni di idromassaggio individuale in piedi per il tronco e gli arti inferiori
10 postazioni di idromassaggio individuale in posizione seduta per il tronco e gli arti inferiori
1 grotta cromo-relax
vasca ipertermale con effervescenze al pavimento (champagne pool)
oltre ad un nutrissimo servizio di cure e massaggi.

Appartamenti - Villette 
I Faraglioni
Lipari - Vulcano
http://www.ifaraglioni.it

Monolocali - Appartamenti sul mare ed al centro a Vulcano - Isole Eolie

http://www.vulcanovacanze.com
Appartamenti e case alle Eolie http://www.eolieappartamenti.it
Isole Eolie Francia - www.ileseoliennes.fr
Isole Eolie Svizzera - www.aeolischeinseln.ch

Hotel 3 stelle a Vulcano - hotel Conti
http://www.contivulcano.it

Hotel 3 stelle a Lipari - hotel Giardino sul Mare
http://www.giardinosulmare.it

© 2010 www.vulcanovacanze.com – Vulcano – Isole Eolie Sicilia Italia P.I. 02636970838 – +39. 339. 4447646    INFO: info@vulcanovacanze.com